I LUTS

Il termine LUTS è un acronimo in lingua inglese – Lower Urinary Tract Symptoms – che indica un insieme di sintomi del basso tratto urinario che si possono manifestare sia nel maschio sia nella femmina, a qualsiasi età. È oggi diffusamente utilizzato per facilitare in tutto il mondo la comunicazione tra medici e tra medici e pazienti. Uno studio attento di questi sintomi permette di identificare, insieme agli esami opportuni, diverse patologie a carico dell'apparato urinario1.

I sintomi sono legati alle diverse fasi della funzione minzionale e si suddividono in tre gruppi: sintomi della fase di riempimento vescicale, sintomi della fase di svuotamento, sintomi legati alla fase post-minzione.

I sintomi principali sono:

  • alta frequenza diurna delle minzioni (pollachiuria) o notturna, causando interruzione del sonno (nicturia);
  • necessità di urinare con urgenza a volte associata perdita involontaria di urina;
  • getto debole, intermittente con difficoltà ad iniziare la minzione;
  • sgocciolamento di urina postminzionale;
  • sensazione di mancato svuotamento della vescica;
  • sensazione di "disconfort" o "malessere" al basso ventre.

Per raccogliere informazioni sui LUTS esistono questionari studiati appositamente dalla comunità scientifica.

International Prostate Symptom2

L'IPSS è un test composto di otto domande a risposta chiusa validato e utilizzato in quasi tutto il mondo, Italia compresa. Serve per poter quantificare i sintomi riportati dal paziente, la cui tipologia ed entità può far sospettare una patologia alla prostata. Il questionario, grazie a un punteggio ben definito, permette all'urologo di ricavare le informazioni utili per indirizzare verso una diagnosi, unitamente – ovviamente – ad altri esami di laboratorio e alla storia clinica del paziente.

Entrando nel dettaglio, L'International Prostate Symptom Score (I-PSS) si basa sulle risposte a sette domande che riguardano i sintomi urinari, alle quali si aggiunge una domanda sulla qualità di vita percepita dal paziente. Ogni domanda ha sei possibili risposte tra le quali il paziente può scegliere e che indicano il livello di gravità del sintomo. A ciascuna risposta è assegnato un punteggio da 0 a 5 (0 senza sintomo, 5 gravità massima). Le domande si riferiscono ai seguenti sintomi urinari:

  • Svuotamento incompleto
  • Frequenza diurna
  • Intermittenza
  • Urgenza
  • Forza del Flusso
  • Difficoltà ad iniziare la minzione
  • Nicturia

Il Comitato Scientifico Internazionale con il patrocinio dell'OMS e l'Unione Internazionale Contro il Cancro (UICC) suggeriscono di utilizzare una sola domanda per valutare la qualità della vita, utile per instaurare una buona conversazione medico-paziente, che andrà a valutare il reale impatto dei sintomi e la necessità eventuale di terapie.2 Il Comitato Scientifico Internazionale raccomanda ai medici di seguire un percorso - che integri i LUTS, senza limitarsi però al questionario - per la diagnosi di ipertrofia prostatica benigna: l'anamnesi, la storia familiare e clinica del paziente e infine gli esami di laboratorio adeguati, anche per escludere la presenza di cancro alla prostata.2

Riferimenti in letteratura
  1. Abrams P. New words for old: Lower Urinary Tract Symptoms for "Prostatism". BMJ 1994;308:929-30
  2. http://www.urospec.com/uro/Forms/ipss.pdf

Il presente materiale non è promozionale di prodotto, non rivendica ne esplicita caratteristiche terapeutiche di farmaci GSK e come tale non ricade nell'ambito di applicazionedel D.Lvo n. 219/06. Le informazioni riportate non sostituiscono il parere del proprio medico di fiducia al quale ci si deve rivolgere.