Alimentazione

La salute dell'uomo con l'avanzare dell'età risente di diverse patologie tra cui ricordiamo le cardiopatie, l'ipertensione e i problemi alla prostata.

Una dieta bilanciata è utile per contrastare e prevenire i problemi alla prostata, compreso il cancro: si suggerisce per esempio di consumare, pesce, frutta e verdura, ridurre il consumo di carni rosse, di grassi animali o vegetali saturi e di preferire invece i grassi vegetali insaturi. Queste regole valgono per innumerevoli patologie, come ad esempio quelle cardiache. In questi casi si suggerisce inoltre di eliminare il vizio del fumo, controllare eventuali predisposizioni genetiche ed evitare la sedentarietà.

Sebbene non esistano incontrovertibili certezze scientifiche, diversi studi suggeriscono che una corretta alimentazione comporti un minor rischio di andare incontro a problemi alla prostata e che l'assunzione di certi alimenti possa prevenire le malattie della ghiandola. Gli alimenti che potrebbero proteggere la prostata fino ad oggi studiati sono: soia, pomodori, melograno, semi di lino, uva, mirtillo rosso e crucifere (broccoli, cavolfiori, rucola etc.).

La soia, per esempio, sembra ridurre l'attività di un ormone coinvolto nel cancro della prostata2, grazie al fatto che è ricca di fitoestrogeni2. Altri studi suggeriscono che l'assunzione di licopene e di altri elementi contenuti nei pomodori possa ridurre il rischio di cancro alla prostata, mentre l'impiego di altri carotenoidi non sembra correlato alla diminuzione o all'aumento del rischio1. Questi risultati supportano le raccomandazioni sull'aumento del consumo di frutta e verdura per ridurre l'incidenza del cancro, e in particolare suggeriscono che gli alimenti a base di pomodoro possano essere particolarmente utili per quanto riguarda il rischio di cancro alla prostata1. Per l'ipertensione, ma così per le altre patologie citate, meglio ridurre o evitare il consumo di bevande alcoliche, ridurre la quantità di sale consumata giornalmente, evitando di aggiungerlo alle pietanze.

Riferimenti in letteratura
  1. E. Giovannucci et al. Intake of carotenoids and retinol in relation to riskof prostate cancer. J Nat. Cancer Inst., 87, 1767 - 1776 (1995)
  2. Setchell KDR. Phytoestrogens: the biochemistry, physiology and implication for human health of soy isoflavones. Am J Clin Nutr. 1998:68 (suppl): 1333S-46S

Il presente materiale non è promozionale di prodotto, non rivendica ne esplicita caratteristiche terapeutiche di farmaci GSK e come tale non ricade nell'ambito di applicazionedel D.Lvo n. 219/06. Le informazioni riportate non sostituiscono il parere del proprio medico di fiducia al quale ci si deve rivolgere.